Froome, Froome, Froome!

person Pubblicato da: Leone Belotti - Calepio Press list In: Un Giro al Rosti Bar - Giro d'Italia 2018 Sopra: comment Commento: 0 favorite Visite: 363

Tappa 19: Venaria Reale-Bardonecchia, 181 km (Cima Coppi: Colle delle Finestre)

«Oggi qualcosa di epico, da raccontare ai nipoti, garantito». Parola del Ganassì. 

Tra oggi e domani si decide il Giro. Yates deve difendere la maglia rosa da Dumoulin, a 28 secondi. Terzo è Pozzovivo a 2 minuti e 43, quarto Froome a 3 e 22.
Per ribaltare la classifica nei 185 km da Venaria Reale a Bardonecchia non mancano le occasioni, con 4 Gran Premi della Montagna, tra cui la Cima Coppi, il punto più alto toccato dal Giro,
sul colle delle Finestre, 9km di asfalto + 9km di sterrato, tutto al 9%. A 90 km dall’arrivo inizia la scalata alla cima Coppi, in testa un drappello con l’AG2Rosti Montaguti e l’AndRosti colombiano Torres. 

Colpo di scena n1: Yates va subito in crisi, resta in coda al gruppo, sembra aver già finito la benzina. Dumoulin è maglia rosa virtuale, mancano 85 km all’arrivo,
e Yates è in ritardo di oltre 2 minuti. Inizia lo sterrato. I legionari della Sky di Froome prendono il comando.

Colpo di scena n.2: Froome parte in solitaria. Lo inseguono a distanza Dumoulin, Carapaz, Lopez, Pinot e Pozzovivo. Sono tutti capitani coraggiosi, uomini soli nella polvere,
senza gregari di supporto. Alla cima Coppi, a 2 mila e 2 cento metri, tra 2 muri di neve, il frullatore Froome alza la mano a salutare il pubblico. 

«Questo è ciclismo!» 

In discesa, Froome guadagna ancora di più, ginocchio in fuori, e traiettorie da superbike. A 50Km ha più di 2 minuti su Dumoulin, più di 3 su Pozzovivo, e quasi 20 su Yates!
Al Sestriere sono solo 10 i secondi che gli mancano per sfilare la maglia rosa a Dumoulin. A 33 km dall’arrivo gli inseguitori rallentano, e Froome si prende la maglia rosa virtuale.

«L’impresa del decennio!» ulula il Ganassì.

Berlinguer: «Cose che non si vedevano dai tempi del pirata». 

A 15km dall’arrivo, in autostrada, causa frana sulla statale, Froome è sempre in rosa, e a7km quando inizia la salita finale da Bardonecchia allo Jafferau, ha 30 secondi. Dietro scatta Pinot,
e anche Dumoulin inizia a recuperare, poi scattano anche Lopez e Carapaz, ma Dumoulin li riprende, e intanto Froome non molla.

2km, Froome sale in mezzo ai tifosi che gli incitano addosso. Ultimo km, arrivo trionfale. Dumoulin arriva a 3 minuti e 21,
superato negli ultimi metri da Pinot e dai due “furbetti” Lopez e Carapaz, che gli sono stati dietro per 80Km senza mai dargli una mano. 

Froome in rosa, con 40 secondi su Dumoulin. Pozzovivo a 8 minuti, Yates a mezz’ora!

Berlinguer: «Un’impresa storica: 80km di fuga in solitaria con 3 scalate per la maglia rosa.»

Il Marelli: «Mi sento di citare Coppi, Merckx e Pantani»

Il Ganassì: «E tutto grazie a me!». 

Il Gino: «Ed è anche più brutto di te, sui pedali.»

La Mery: «E pensare che doveva ritirarsi». Vero. Berlinguer ci ricorda le due cadute a inizio Giro, con qualcuno che gli consigliava di ritirarsi per preparare il Tour.

«Hai capito la morale?» mi chiede la Mery, e so cosa intende.

Si Mery, l’ho capita: «Mai mollare!».

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
close Shopping Cart
close Shopping Cart

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password